Exit

I VIRALI ANNI ’20 / trentaduesimo racconto.

OH EROI. Vie strette racchiuse tra palazzi alti, odori, sapori, qui è tutto così antico. Atene è sporca e ferita ma continua a sorridere.  La madre di tutte le città e di tutti i pensieri.  L’unica città dove se chiami Uber arriva un taxi ed io ero su uno di quei taxi, direzione Partenone.  Dopo […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / ventunesimo racconto.

LA CITTA’ CHE NON HA TEMPO. Corri uomo, corri. Quante porte ha la tua città? Quante porte ha il tuo cuore? “Jerusalem è mia madre” hai pensato, “Lei mi salverà”. Baruch Hashem, benedetto il Signore. Oggi è Shabbat, Shabbat shalom, santo il sabato. Per le vie non c’è nessuno, solo il tempo che ti insegue. […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / nono racconto.

SETTE FERMATE. Non sono un uomo ricco, ne povero, non ho malattie, almeno per ora. Sono uno tra otto miliardi di persone. Uno dei tanti che ha smesso di sognare. Quando ero piccolo volevo fare il pilota, era un clichè da bambino, così come per molti fare l’impiegato da adulto. E invece, alla fine, sono diventato tutto […]

Read more Like this post0
Close
Go top