Exit

I VIRALI ANNI ’20 / ventiduesimo racconto. PT 1.

MIGLIORE AMICO. Cosa è un lavoro? È un mestiere? Oppure un semplice modo di passare la vita? Il mio più che un lavoro era una passione, un legame profondo che mi costringeva a stare sempre vicino a quelle straordinarie creature. I cavalli, cosa sanno gli uomini dei cavalli? Probabilmente niente. Ho visto molta più compassione […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / diciannovesimo racconto.

SASHA. Sono i passi veloci di Sasha a spezzare il silenzio che scorre come acqua nelle vie, il rumore delle sue suole in cuoio che rimbomba sui muri dei palazzi. É notte fonda ormai e la città è completamente spenta, dopo la lunga giornata di lavoro chiude gli occhi e dorme. Avvolto nel cappotto continua […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / diciottesimo racconto.

NEW YORK. La mia storia è iniziata tanto tempo fa. Ero in mezzo al mare da settimane quando all’orizzonte spuntò un sottile filo di terra. Quando posai i piedi per la prima volta su questa sterminata terra mi mancò il fiato e sentii subito dentro il cuore di aver finalmente trovato una casa. Gli anni […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / quindicesimo racconto.

La stanza di Caroline. Era un’appartamento al settimo piano di un vecchio palazzo in Rue D’Abukir,  accanto al Marais,  in quella che per molti non è più Parigi.  Le strade e la gente che vi circola sono molto più a Oriente e la vecchia Europa, di cui Parigi era la capitale, lentamente diventa solo un […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / quattordicesimo racconto.

Un po’ di qui, un po’ di là. Un lampione, sperduto e soffocato dalla fitta nebbia, tenta ancora di spargere la sua luce. Le foglie sulla strada, come lacrime vermiglie schiacciate dal tempo, da quello che è stato e da quello che sarà. Le case allineate ai lati delle sperdute vie, resistono alle possenti radici […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / tredicesimo racconto.

NON È VERO NIENTE. LUI: « Ti ho detto di non insistere, è del tutto inutile. Ti ho già detto di no». LEI: «Sei come un bambino cocciuto, privo di ogni minima forma di decenza. Quando comincerai a crescere? Dovresti solo vergognarti!». LUI: «E invece non mi vergogno, fallo tu per me, se credi sia […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / dodicesimo racconto.

L’isola di plastica. L’oceano, quanto è grande? Ancora non saprei rispondere. Navighiamo da giorni su questa barca, che va su e giù insieme alle onde, le vele sventolano rumorosamente giorno e notte. Il mare non da tregua, stanca la mente e lo sguardo, che continua a perdersi sulla linea dell’orizzonte. Non c’è fine alle onde […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / undicesimo racconto.

MR D. Mr D aveva vissuto, fino a quel giorno, prima come bravo bambino poi come bravo ragazzo e ora doveva diventare un uomo onesto e corretto, guidato dai sani valori cattolici che lo zio aveva sin dal principio instillato nella sua testa. “La vita è fatta di regole” così lo zio diceva a mr […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / decimo racconto.

Tornare a casa. Scendo le scale veloce, tra i battiti del cuore, il respiro affannato e il rumore dei miei piedi scalzi. Il cortile è uno spazio troppo grande per i miei occhi, così vuoto e assolato mi sembra senza confini. Oltre, solo il cielo e le nuvole che si rincorrono, mosse dal vento, tra […]

Read more Like this post0

I VIRALI ANNI ’20 / ottavo racconto.

USSARO. Il tenente era alla testa di un piccolo manipolo di Ussari Reali del terzo Reggimento Esterhazy che quel giorno continuavano a spostarsi per mezzo dei loro velocissimi cavalli, i più veloci in dotazione a tutta l’armata. I prestanti Corazzieri sui loro cavalli imponenti, provavano invidia quando li vedevano sfrecciare al fianco delle loro colonne, […]

Read more Like this post0
Close
Go top